Il Consorzio di bonifica pianura friulana al mande cinc mil gnûfs avîs. Ve i motîfs

da Alessandro Di Giusto

In chescj dîs al è daûr a rivâ a 5 mil citadins e impresis l’avîs dal Consorzio di bonifica pianura friulana relatîf al paiament de utence 2024. Cierts si son maraveâts di vê vût pe prime volte l’avîs e a àn segnalât ai Comuns la novitât. In realtât, a fasin savê dal Consorzi, il paiament al è domandât pes ativitâts dal ent consortîl (lavôrs idraulics e manutenzion dal teritori) che no jerin cjapadis dentri intal vecjo plan di classifiche (ritignût aromai inadat dopo 20 agns). Inzornât chest an, il plan cumò al ripartìs in maniere plui juste la cuote a cjame dai utents in proporzion, apont, dai beneficis otignûts.

“Il plan nol è un strument par fâ casse – al sclarìs daurman il diretôr Armando Di Nardo -, tant al è che lis jentradis previodudis intal 2024 a son plui bassis di chês dal 2023, a ben che il numar dai consorziâts al sedi cressût, e chest al è ancjemò plui palês in cualchi comun, dulà che si regjistre intal stes timp une sensibile incressite dal numar di consorziâts e un impuartant sbassament de contribuzion. I canui a son stâts, duncje, tornâts a modulâ in mût plui just, daûr dai beneficis otignûts”. (a.d.g.) – 09.02.2024

Lasse un coment

Redazion

logo

Editoriale Il Friuli Srl
P.IVA 01907840308

Regjistrazion al Tribunâl di Udin n. 9

dai 6 di Lui dal 2022

PRIN PLAN

Chest sît al dopre i cookies par miorâ la tô esperience di navigazion. Lant indevant tu acetis la nestre informative su la privacy. Acetâ Lei di plui