La impuartance di doprâ la lenghe furlane ancje in ospedâl

da Alessandro Di Giusto

La diversitât linguistiche e à un grant valôr, ancje sociâl. I operadôrs sanitaris di tantis minorancis linguistichis lu trasmetin ben doprant ogni dì la lôr lenghe mari sul lavôr e cui pazients. Chest al è il messaç dal video promovût dal “Network to promote linguistic diversity (Npld)”, pe Zornade Internazionâl de Lenghe Mari, istituide de Unesco tal 1999 e che si celebre ai 21 di Fevrâr.

La organizazion – che e tutele e e promôf lis lenghis minoritariis e regjonâls di dute la Europe e che e colabore cu la Union Europeane – e à domandât ai siei afiliâts di realizâ un video dulà che un operadôr al da la sô testemoneance. La Arlef e à sielzût Raffaele Puppo, infermîr intal repart di Medisine dal Ospedâl di San Denêl. Il zovin dal Friûl culinâr, che al à 28 agns, al conte di trop impuartant che al sedi par lui fevelâ in lenghe furlane cui pazients, parcè che al jude a vê un rapuart plui prossim e a trasformâ l’ambient dal ospedâl, che al è dispès un pôc frêt e distacât, intun puest plui familiâr. La relazion cul pazient inte lenghe dal cûr e je un aspiet che Puppo al cognòs une vore ben, stant che al à fat ancje la tesi di lauree su chest argoment.

Il video dal Npld al è a disposizion sui canâi de Union Europeane e si lu pues viodi ancje tal profîl Facebook de Arlef. (a.d.g.) – 20.02.2024

Lasse un coment

Redazion

logo

Editoriale Il Friuli Srl
P.IVA 01907840308

Regjistrazion al Tribunâl di Udin n. 9

dai 6 di Lui dal 2022

PRIN PLAN

Chest sît al dopre i cookies par miorâ la tô esperience di navigazion. Lant indevant tu acetis la nestre informative su la privacy. Acetâ Lei di plui